Formatori, architetti e web master sono stati invitati a dar vita alla loro idea di città e, con le loro intuizioni, hanno trasformato il web nel quartiere Ricerca e Sviluppo.

 

Da un lavoro certosino è nata la prima bozza dell'area realizzata interamente al tratto.
Non è ancora la Città definitiva, ma già si intravede il quartiere dell'ottocento con le sue vie, i suoi edifici e i suoi lampioni, quasi un'icona della nuova formazione.

 

In realtà, la Ricerca e sviluppo è la prima area del ciclo formativo dove si sviluppano i programmi per la creazione e la messa a punto dei progetti formativi fino alla formalizzazione dell'offerta o della candidatura.

 

Consiste nello studio delle informazioni scientifiche e umanistiche da trasformare, secondo modalità e tempi prestabiliti, in un sistema di conoscenze applicate per la promozione, la sperimentazione e la valorizzazione dei servizi formativi.

 

Serve a: mecciare la domanda/offerta di formazione; capitalizzare le buone prassi in nuove idee progettuali; sistematizzare le partnership per scegliere le collaborazioni migliori; monitorare i bandi e intuirne il potenziale; ideare la progettazione di offerte e candidature.